A Milano, un luogo per ricordarsi di ricordare.

La Fondazione Memoriale della Shoah di Milano nasce con lo scopo di realizzare un luogo di memoria e incontro negli spazi sottostanti alla Stazione Centrale di Milano.

In quest’area – originariamente adibita alla movimentazione dei vagoni postali – tra il 1943 e il 1945 centinaia di persone furono caricate su vagoni merci per essere deportate nei campi di concentramento e sterminio di Auschwitz–Birkenau e Bergen Belsen o nei campi italiani di raccolta di Fossoli e Bolzano.

Il 30 gennaio 1944, dal binario 21 partirono i primi convogli verso Auschwitz. Soltanto 22 dei 605 ebrei milanesi deportati quel giorno tornarono a casa. Tra di loro Liliana Segre, allora tredicenne, che ritornò senza il padre, morto ad Auschwitz.

Attorno al Binario 21, luogo simbolo della Shoah in Italia, si sviluppa il progetto del Memoriale. Un luogo dove la memoria diventa presupposto irrinunciabile per condividere un progetto di futuro. Un luogo di dialogo e incontro tra religioni, etnie e culture diverse. Un luogo italiano che appartiene al mondo.

Binario 21
Binario 21
 

Fondazione Memoriale della Shoah di Milano ONLUS
Iscritta al Registro Prefettizio di Milano al n. 889, p. 4092, vol. 4°
Sede legale: Via Sally Mayer n. 2, 20144 Milano (MI)
Uffici: Largo Edmond J. Safra, 1, 20124 Milano
Codice Fiscale 97475500159
   
Presidente Ferruccio de Bortoli
Vicepresidente Roberto Jarach
Consiglieri Luciano Belli Paci
Micaela Goren Monti
Sara Modena
Ernesto Nobili
Giorgio Sacerdoti
Milena Santerini
Marco Szulc
Fabrizio Torrella
Segretario Generale Katja Besseghini
Advisor Tecnico Giampaolo Migliorini
Collegio dei Revisori Felice Persico
Alberto Coglia
Marco Mignani
Bilanci
Esercizio 2012 Bilancio Fondazione Nota integrativa al bilancio Relazione morale esercizio
Esercizio 2011 Bilancio Fondazione Nota integrativa al bilancio Relazione morale esercizio
Esercizio 2010 Bilancio Fondazione Nota integrativa al bilancio Relazione morale esercizio